Leon Battista Alberti; Cosimo Bartoli [Editor]
L'Architettvra di Leonbatista Alberti: con la aggiunta de disegni — Florenz /​ Firenze, 1550

Page: 127
Citation link: 
http://tudigit.ulb.tu-darmstadt.de/show/Rf-476/0126
License: Creative Commons - No rights reserved (CC0)
0.5
1 cm
facsimile
122

t

DELLA ARCHITETTVRA
DI LEONBATISTA ALBERTI
LIBRO QVINTO.
NEL OVALE SI TRATTA DELLI EDIFITII
PARTICOLARI.
Velie Fortezze & delle hdhitdtioni thè hanno a feruite per i Re,& per i Signori\et delle 1 °
loro dijfer ernie & parti. fttp. 1.
IS P V T A M M O nel paffato libro che egli c di necefsi-
tà accommodare variamente gli Edifitii ; & nella Cit-
tà, & nelle Ville,fecondo i bifogni de Cittadini, & de ij
gli habitanti ; & dimofframmo che altri Edifitii s’afpet
tanoala vniuerfità de Cittadini, altria Cittadini piu
degni,& altri a piu ignòbili : Et finimmo il ragionarne
to di quelli,che alla vniuerfità fi afpettauano. Ordine-
rafsi adiique quello Quinto Libro, accio ferua a lane- «,
cefsità, & alla commodità de particolari. Nella qual’ cofa certo di varia, &
grande,& difficile ad efplicarfi ; ci sforzeremo per quanto farà in noi di inge
gno & di Induflria ; che e’ fi habbia a conofcere., che noi non habbiamo volu
to lafciare in dietro cofa alcuna, che in qualunque luogo fi voglia,potefie fa-
re a propofito,o che potefie hauere ad elfere defiderata da alcuno ; ne aggiu- ^
gnercene ancora alcuna, che gioui piu, ad abbellire il parlar noftro, che ad
mettere ad effetto la noffra Intentione . Comincieremoci adunque dalle co-
fe piu degne . Degnifsimi fopra tutti gli altri fono coloro,a cui è dato la Au-
torità,& il freno in mano del moderare le cofe . I quali ò veramente fono pa-
recchio pure vn’ folo . E’ bifogna che coftui fe farà folo,fopra tutti ; fia anco
ra fopra tutti gli altri,il piu degno. Andremo adunque confiderando quelle
cofe,che per rifpetto di coffui,che farà folo, fieno da farfi. Se prima però noi
delibereremo, il che molto importa, quale habbia da effere coftufio limile a
vno,che con Integrità & Iuffitia comandi a coloro, che da lui vogliono efier’
comandati ; & non fi muoua tanto per lo intereffo fuo propio, quanto per la
falute,& per la commodità de fuoi Cittadini ; o filmile a quello, che voglia ha
yer’ ordinate le cofe con i fuoi lubditi di maniera, che e’ poffa comandar* lo-
ro,ancor’ che e’ non volefiero, Conciofia che e* non bifogna che e’ fieno fi la
maggior parte de gli edifitii, fi ancora efia Città fatta in vn’ medefimo mo-
do per coloro,che fon diuentati nuouamente principi affolliti; & per coloro. 40
che poffeggono,& difendono vno gouerno,nel quale fieno entrati come che
in vno Magiffrato datogli per a tempo , Habbino i Re le Città loro afforz-
zificate grandemente,molto piu da quella banda,dalla quale pofsino fcaccia-
re gli Inimici,che gli veniffero adoffo . Et quelli,che nuouamente fon’ diuen
tati Principi affoluti, hauendo per Inimici non manco i fuoi, che i foreffieri,
bifogna


4
loading ...

DWork by UB Heidelberg
Universitäts- und Landesbibliothek Darmstadt   |    Imprint   |    Datenschutzerklärung   |    OAI   |    RSS   |    Twitter   |    seo-list