Leon Battista Alberti; Cosimo Bartoli [Editor]
L'Architettvra di Leonbatista Alberti: con la aggiunta de disegni — Florenz /​ Firenze, 1550

Page: 204
Citation link: 
http://tudigit.ulb.tu-darmstadt.de/show/Rf-476/0203
License: Creative Commons - No rights reserved (CC0)
0.5
1 cm
facsimile
f

DELLA ARCHITETTVRA
DI LEONBATISTA ALBERTI
LIBRO SETTIMO.
DELLI ORNAMENTI DE TEMPII SACRI.

fife le Muraj T empijje "Bufiliche fino confe orate alti Dijdella Regione della Citta,&
19 delfto,Et de [noi adornamenti principali. fiap. 1.
OI HABBIAMO detto che il fabbricare fi fa di piu
parti, & che de le parti alcune fon’ quelle, per le quali
tutte le fpecie di qual’fi voglia edifitio cóuengono in-
ficine,come è il fito,le coperture,& fimili, & alcune ne
fono,mediante le quali gli edifitii fono infra loro difife
renti ; infino a qui habbiamo trattato de gli ornamenti
che a quelle prime fi afpettano, al prefente tratteremo
delli adornamenti di quelle altre,& quello difcorfo ha
*o rà tanto grande vtilità in fe, che non che altro i dipintori accuratifsimi inue-
Higatori delle cofe belle, cònfelìeranno che e' non fia bene mancarne in mo-
do alcuno.Sarà ancora tanto piaceuoIe,non vò dir’piu,balla che non ti penti-
rai d’auerlo letto,ma io n5 vorrei che tu biafimafli, fe efiendoci propolli nuo
ui fini cominceremo a trattare la cofa da nuoui principii. I primi principii &
»5 le vie adunque ci fi dimollrano affai bene,mediante la diuifione,il difegno, &
la annotatione delle parti,delle quali la cofa in fe cófillc,Percioche fi come in
vna llatua fatta di brózo, doro,& dargento coli alla rinlufa,il Maellro vi con
fiderà altre cofe circa il pefo,& lo llatuario altre circa il difegno, & altri forfè
altre cofe diuerfejcofi noi ancora diccmo altroue,che quelle medefime parti
jo dell’architettura bifogna che fieno talmente diuife,che habbino vn’ ordine af
fai comodo acciò fi polsino raccótare quelle cole,che faccino a tal’cofa apro
pofito. Daremo dunque hora fine a quella diuifione che principalmente con
terifce piu alla leggiadria & allagratia delli edifitii,che alla vtilità, o alla Habi
lità loro . Ancor' che tutte le cofi fatte lodi, talmente conuenghino infra di
35 loro, che vna che ne manchi in qual' fi voglia cofa, l'altre in la ftefia cola non
fieno lodate. Gli edifitii adunque fono o publici o priuati. Et i priuati & i pu-
blici,fono,o fiacri,o fecolari. Tratterò prima de publici. Gli antichi colloca-
uano con grandifsima religione le mura delle citta dedicandole a vno Dio,
che di loro haueiTe ad hauere la tutela.Ne penfauano che fi potefie mai fecon
40 do il difcorfo humano da alcuno moderare tanto le cofe de mortali, che nel
commertio & confortio delli huomini non fi ntroualTe la cótumelia & la per
fidia ; & credeuano che vna citta,o per negligentia de fuoi,o per inuidia de vi
cini/ufsi fempre vicina alli accidenti,& fottopofh a pericoli, non altrimenti
eh' vna naue nel Mare. Et però credo io che eglino vfafsino fauoleggiando
di dire che Saturno per prouedere a bifogni delli huomini,haueua già propo
r ini


r
loading ...

DWork by UB Heidelberg
Universitäts- und Landesbibliothek Darmstadt   |    Imprint   |    Datenschutzerklärung   |    OAI   |    RSS   |    Twitter   |    seo-list