Vignola, Giacomo Barozzi; Amati, Carlo [Editor]
Gli Ordini di architettura del Barozzi da Vignola — Milano, 1805

Page: 14
Citation link: 
http://tudigit.ulb.tu-darmstadt.de/show/gr-Fol-6-401/0020
License: Creative Commons - No rights reserved (CC0)
0.5
1 cm
facsimile
\

14 INTRODUZIONE.
dell'altezza. Sia la piramide quadrangolare del sepolcro diCestio, che aLLia reo palmi al-
tezza, e 100 palmi in ogni lato della base. Sarà la solidità di palmi cubici 333333 Si-
milmente il cono si misura trovando prima la base, e poi moltiplicandola pel terzo dell’altczzn.
Supponiamo che la piramide suddetta si riduca a cono, che abbia per base un cerchio circo-
scritto alla vera sua base quadrata . 11 diametro di questo cerchio sarà prossimamente palmi
1419 la circonferenza palmi * anzi aggiungendo un po’ meno del settimo del diametro palmi
440* Sarà l’area della base palmi quadrati i55io, ed il cono palmi cubici 5i7C00. Il cilindro
si misura trovando prima l’area della base, e poi moltiplicandola per l'altezza. La sfera si
misura trovando l’area d’un circolo di diametro uguale a quello della sfera, che chiamasi
circolo massimo, e moltiplicandola per due terzi del diametro. Per F emisferio si moltiplica
l’area suddetta per un terzo del diametro.
52. Daremo fine a questo Saggio col fare alcun cenno anche della misura della superficie.
Quella de’ solidi rettilinei si trova prendendo a parte F area d’ogni facciata, e raccogliendolo
poi tutte in una somma . Quella della sfera è uguale a quattro aree del circolo del medesimo
diametro, o del circolo massimo. Quella dell’emisfero fa due dette aree, o tre se si vuole
comprendervi il cerchio, che ne è la base. Quella del cilindro si trova, moltiplicando la cir-
conferenza della base per l’altezza. Se si vuol comprendervi le basi, basta trovare l’area
d9 una 9 che è uguale all’altra, ed aggiungere il doppio di quest’area al prodotto sopra ritro-
vato. Quella del cono retto si trova, moltiplicando la circonferenza della base perla metà del
lato del cono: se si vuole includervi la base, conviene trovarne l’area. Quella finalmente del
cono tronco ABCD, si trova moltiplicando la metà della somma delle circonferenze A S,
DC per il lato Gli (F. 85.)
loading ...

DWork by UB Heidelberg
Universitäts- und Landesbibliothek Darmstadt   |    Imprint   |    Datenschutzerklärung   |    OAI   |    RSS   |    Twitter   |    seo-list